rat-man-70Nella sua lunga saga ormai ventennale Leo Ortolani ci ha spesso regalato numeri memorabili del suo Super Eroe , sia che si trattasse delle fenomenali parodie , sia delle varie esalogie , quadrilogie , ecc…ma questo numero a mio parere è uno dei più geniali e riusciti, soprattutto pensando all’argomento della storia e alle varie situazioni che ci vengono proposte.

Questo numero 70  è una prima parte di una parodia molto libera di Rambo , ma non c’è un legame molto stretto alla saga cinematografica , come magari era successo con altre parodie.

Pur senza anticipare nulla , per chi non l’ha ancora letto o per chi non conosce il personaggio e magari ne approfitterà grazie a questa mia segnalazione , in questo numero si parla di guerra , povertà , religione ,  temi tutt’ altro che leggeri e adatti a un fumetto umoristico, ma Ortolani fa un capolavoro.

Riuscire infatti a parlare per testi e disegni di temi così scottanti in modo ironico e  dissacrante , strappando sorrisi e autentiche grasse risate senza mai scadere nel cattivo gusto, denota un talento e una genialità prerogativa assoluta dei grandi autori e artisti.

Si passa dal cinismo surreale dei protagonisti di fronte alla morte causata dalla guerra , dalla violenza e dall’odio , a scene di autentico orrore con una disinvoltura incredibile , e  quindi si passa dalla risata convinta allo spiazzamento totale e alla riflessione , sentendosi quasi in colpa della risata appena sfumata.

In sostanza , se non conoscete questo fumetto ve lo consiglio assolutamente magari cominciando proprio da questo numero , poi magari fatemi sapere.

Per chi lo conosce già…bè sappiate che siamo di fronte a uno dei numeri in assoluto migliori dell’intera serie.

E poi in appendice ci sono le ricette di Otello Teglia…devo aggiungere altro ?